Condizioni generali di contratto

§1 Disposizioni di base

(1) Le seguenti condizioni generali valgono per tutti i contratti stipulati tra FlowerArt GmbH, Rosenheimer Str. 27, 85635 Höhenkirchen, Germania - di seguito "provider" - e il cliente, che vengono stipulati tramite il sito web www.styleGREEN.de del provider. Se non diversamente concordato, l'inclusione delle condizioni proprie del cliente è contraddetta.

(2) Per consumatore ai sensi dei seguenti regolamenti si intende qualsiasi persona fisica che concluda un negozio giuridico per uno scopo che non può essere attribuito né alla sua attività commerciale né a quella professionale indipendente. Un imprenditore è una persona fisica o giuridica o una società di persone avente capacità giuridica che, nel concludere un negozio giuridico, agisce nell'esercizio della sua attività professionale o commerciale indipendente.

(3) La lingua contrattuale è il tedesco. Il testo completo del contratto non viene memorizzato dall'offerente. Prima dell'invio dell'ordine tramite il sistema del carrello della spesa online, i dati contrattuali possono essere stampati o salvati elettronicamente tramite la funzione di stampa del browser. Dopo aver ricevuto l'ordine con l'offerente, i dati dell'ordine, le informazioni prescritte dalla legge con i contratti di vendita a distanza e le condizioni commerciali generali vengono nuovamente inviati al cliente via e-mail.

In caso di richieste di preventivi trasmesse al fornitore ad es. per telefono, e-mail, fax, per iscritto o tramite un modulo di richiesta (modulo di contatto) integrato nel sito web, il cliente riceve tutti i dati contrattuali nell'ambito di un'offerta vincolante via e-mail, che può stampare o salvare elettronicamente.



§2 Oggetto del contratto

Oggetto del contratto è la vendita di beni. I dettagli, in particolare le caratteristiche essenziali delle merci, si trovano nella descrizione dell'articolo e nelle informazioni supplementari sul sito web del fornitore.



§3 Stipulazione del contratto

(1) Le presentazioni di prodotti su internet da parte del fornitore non sono vincolanti e non costituiscono un'offerta vincolante per la stipulazione di un contratto.

(2) Il cliente può presentare un'offerta d'acquisto vincolante (ordine) tramite il sistema del carrello della spesa online.

I beni destinati all'acquisto sono inseriti nel "carrello della spesa". Con l'apposito pulsante nella barra di navigazione il cliente può richiamare il "carrello della spesa" e modificarlo in qualsiasi momento. Dopo aver richiamato la pagina "Checkout" e aver inserito i vostri dati personali e le condizioni di pagamento e di spedizione, tutti i dati dell'ordine verranno visualizzati nuovamente nella pagina di riepilogo dell'ordine.

Prima di inoltrare l'ordine, il cliente ha la possibilità di controllare, modificare (anche tramite la funzione "back" del browser Internet) o annullare l'acquisto.

Con l'invio dell'ordine tramite il pulsante "Acquista" il cliente inoltra un'offerta vincolante al fornitore di servizi.

Il cliente riceve prima un'e-mail automatica sulla ricezione del suo ordine, che non porta ancora alla conclusione del contratto.

(3) L'accettazione dell'offerta (e quindi la conclusione del contratto) avviene mediante conferma in forma scritta (ad es. e-mail) in cui viene confermata al cliente l'elaborazione dell'ordine o la consegna della merce oppure mediante l'invio della merce. Se il cliente non riceve la conferma d'ordine o la notifica di consegna o se non riceve la merce entro 5 giorni, non è più vincolato al suo ordine. In tal caso, i servizi già resi saranno rimborsati immediatamente.

Attraverso l'utilizzo versatile della nostra speciale tecnologia in rete, i visitatori online di diverse lingue possono riuscire a visualizzare, in maniera affidabile nel nostro elenco settoriale di aziende e prodotti, le proprie liste desiderate dei risultati nella nostra opera di consultazione elettronica. L'offerente fa al cliente un'offerta vincolante in forma scritta (ad es. via e-mail), che il cliente può accettare entro 5 giorni.

(5) L'elaborazione dell'ordine e la trasmissione di tutte le informazioni necessarie per la conclusione del contratto sono parzialmente automatizzate via e-mail. Il cliente deve pertanto assicurarsi che l'indirizzo e-mail da lui memorizzato presso il provider sia corretto, che la ricezione delle e-mail sia tecnicamente garantita e in particolare che non sia impedita da filtri SPAM.

§ 4 Prezzi, spese di spedizione

 

(1) I prezzi indicati nelle rispettive offerte e le spese di spedizione rappresentano i prezzi finali. Essi comprendono tutte le componenti di prezzo, comprese tutte le tasse applicabili.

 

(2) Le spese di spedizione non sono incluse nel prezzo di acquisto. Essi sono accessibili tramite la pagina "Pagamento e spedizione", sono indicati separatamente nel corso della procedura d'ordine e sono a carico del cliente in aggiunta, a meno che non sia stata promessa la consegna senza spese di spedizione.

 

(3) Il cliente riceve una fattura con IVA.


§5 Condizioni di pagamento e spedizione

(1) Le condizioni per il pagamento e la spedizione si trovano sotto l'omonimo pulsante nella navigazione.

(2) Se non diversamente indicato per le singole modalità di pagamento, le richieste di pagamento del contratto concluso sono immediatamente esigibili.

(3) Qualora un prodotto ordinato dal Cliente, contrariamente alle aspettative, non fosse disponibile nonostante la tempestiva conclusione di un'adeguata operazione di copertura per cause non imputabili al Fornitore, il Cliente sarà immediatamente informato dell'indisponibilità e, in caso di recesso, gli eventuali pagamenti già effettuati saranno immediatamente rimborsati.

(4) Per i consumatori è disciplinato dalla legge che il rischio di perdita o deterioramento accidentale della merce venduta durante la spedizione non passa fino a quando la merce non viene consegnata al cliente, indipendentemente dal fatto che la spedizione sia assicurata o meno. Se il cliente è un imprenditore, la consegna e la spedizione sono a suo rischio.



§6 Spese di restituzione in caso di esercizio del diritto di recesso

Nel caso in cui il diritto di recesso previsto dalla legge per i consumatori sia esercitato nel caso di contratti a distanza, si conviene che le spese ordinarie della spedizione di ritorno siano a carico del cliente, a meno che la merce consegnata non corrisponda a quella ordinata. In tutti gli altri casi le spese di restituzione sono a carico del fornitore.



§7 Diritto di ritenzione, riserva di proprietà

(1) Il cliente può esercitare il diritto di ritenzione solo se le pretese provengono dallo stesso rapporto contrattuale.

(2) La merce rimane di proprietà del fornitore fino al completo pagamento del prezzo d'acquisto.

(3) Se il cliente è un imprenditore, vale quanto segue:

a) Il fornitore si riserva il diritto di proprietà sulla merce fino al completo soddisfacimento di tutti i diritti derivanti dal rapporto commerciale in essere. Prima del trasferimento della proprietà della merce soggetta a riserva di proprietà non è consentito costituire in pegno o cedere la merce a titolo di garanzia.

b) Il cliente può rivendere la merce nel corso della normale attività commerciale. In questo caso egli cede già ora tutti i crediti per un importo pari all'importo della fattura che gli derivano dalla rivendita al fornitore del servizio che accetta la cessione. Il cliente è inoltre autorizzato a ritirare il reclamo. Tuttavia, se non adempie correttamente ai suoi obblighi di pagamento, il prestatore si riserva il diritto di riscuotere egli stesso il credito.

c) Se la merce soggetta a riserva di proprietà viene combinata e mescolata, il fornitore acquisisce la comproprietà del nuovo oggetto in proporzione al valore di fattura della merce soggetta a riserva di proprietà rispetto agli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione.

d) Su richiesta del cliente, l'offerente si impegna a svincolare le garanzie a lui spettanti, nella misura in cui il valore realizzabile delle sue garanzie superi di oltre il 10% il credito da garantire. La selezione delle cauzioni da svincolare spetta al fornitore.



§8 Garanzia

(1) Si applicano le disposizioni di legge.

(2) In qualità di consumatore, il cliente è tenuto a verificare la completezza, i vizi palesi e i danni di trasporto della merce immediatamente dopo la consegna e a comunicare al fornitore e allo spedizioniere eventuali reclami nel più breve tempo possibile. La mancata osservanza da parte del cliente non ha alcun effetto sui diritti di garanzia previsti dalla legge.

(3) Nella misura in cui il cliente è un imprenditore, quanto segue si discosta dal paragrafo 1:

a) Si considerano concordate solo le informazioni del fornitore e la descrizione del prodotto del fabbricante come qualità dei beni, ma non altre pubblicità, elogi del pubblico e dichiarazioni del fabbricante.

b) L'acquirente è tenuto a controllare la merce immediatamente e con la dovuta attenzione per eventuali differenze di qualità e quantità e a comunicare per iscritto al fornitore eventuali vizi evidenti entro 7 giorni dal ricevimento della merce; la spedizione tempestiva è sufficiente per rispettare i termini. Ciò vale anche per i difetti nascosti scoperti in un secondo momento. In caso di violazione dell'obbligo di verifica e di denuncia dei vizi, si esclude la rivendicazione di diritti di garanzia.

c) In caso di vizi, il fornitore è tenuto a fornire a sua discrezione una garanzia mediante eliminazione dei vizi o fornitura sostitutiva. Se il rimedio del difetto fallisce due volte, il cliente può richiedere una riduzione del prezzo o recedere dal contratto. In caso di rettifica, il fornitore non è responsabile dei maggiori costi derivanti dal trasloco del bene in un luogo diverso da quello di esecuzione, a condizione che tale trasloco non corrisponda all'uso previsto del bene.

d) Il periodo di garanzia è di un anno dalla consegna della merce. Il periodo di garanzia abbreviato non si applica ai danni causati in modo colposo imputabili all'offerente e derivanti da lesioni alla vita, al corpo o alla salute, nonché da danni o dolo causati da negligenza grave o dolo.

§9 Responsabilità

(1) Il fornitore è responsabile senza limitazione per danni derivanti da lesioni alla vita, al corpo o alla salute, in tutti i casi di dolo e colpa grave, in caso di occultamento fraudolento di un difetto, in caso di assunzione di una garanzia per la qualità dell'oggetto d'acquisto, in caso di danni ai sensi della legge sulla responsabilità del prodotto e in tutti gli altri casi legalmente regolati.

(2) In caso di violazione di obblighi contrattuali essenziali, la responsabilità del prestatore è limitata, in caso di colpa lieve, ai danni contrattuali tipici e prevedibili. Per obblighi contrattuali essenziali si intendono gli obblighi essenziali che derivano dalla natura del contratto e la cui violazione metterebbe in pericolo il raggiungimento dello scopo del contratto, nonché gli obblighi che il contratto impone al fornitore in base al suo contenuto per raggiungere lo scopo del contratto, il cui adempimento rende possibile in primo luogo la corretta esecuzione del contratto e sulla cui osservanza il cliente può fare regolarmente affidamento.

(3) In caso di violazione di obblighi contrattuali non rilevanti è esclusa la responsabilità per violazioni di obblighi leggermente negligenti.

(4) Non è possibile garantire che la comunicazione dei dati via internet sia esente da errori e/o disponibile in qualsiasi momento secondo lo stato dell'arte. In questo senso, il provider non è responsabile per la disponibilità permanente o ininterrotta del sito web e dei servizi offerti.



§10 Scelta della legge, luogo di adempimento e tribunale competente

(1) Per l'esclusione del diritto commerciale delle Nazioni Unite si applica il diritto tedesco. Nel caso dei consumatori, questa scelta di legge si applica solo nella misura in cui la protezione garantita dalle disposizioni imperative della legge del paese di residenza abituale del consumatore non è revocata (principio di favore).

(2) Il luogo di adempimento per tutti i servizi derivanti dai rapporti d'affari con il prestatore nonché il foro competente è la sua sede legale, a condizione che il cliente non sia un consumatore, bensì un commerciante, una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico. Lo stesso vale se il cliente non ha un foro competente generale in Germania o nell'UE o se il suo luogo di residenza o la sua dimora abituale non sono noti al momento della presentazione dell'azione. Ciò lascia impregiudicata la facoltà di adire il tribunale presso un altro foro competente.

(Le presenti Condizioni Generali possono essere scaricate in formato PDF qui.)

Visto
Ausgezeichnet.org